05.01.2019

Per il week-end della befana decidiamo di andare in Toscana, cosi’ il sabato mattina presto, intorno alle 6, partiamo in direzione S.Gimignano.

In genere non siamo persone che organizzano con largo anticipo le gite, anzi, sopratutto quando usciamo per un giorno soltanto, il più delle volte decidiamo di andare e dove andare in serata tardi, a volte dopo la mezzanotte, ma stavolta abbiamo fatto un’esperienza nuova, se così vogliamo chiamarla, visto che i giorni precedenti c’è stata la neve in molte zone d’Italia e anche da noi, nel dubbio di se partire oppure no, decidiamo di non prenotare un albergo prima, e lo abbiamo prenotato la mattina, stesso durante il viaggio. Hotel Da Graziano,non molto distante dal centro, con buon rapporto qualità-prezzo, lo consiglio.

Una volta arrivati al borgo incominciamo la nostra passeggiata tra i vicoli di San Gimignano, curiosi come sempre di conoscere cose nuove.

Circondata da mura del XIII sec., si trova su un’alta collina nella Val d’Elsa e ha ben 14 torri.

Caratteristica e particolare, Piazza della Cisterna, ricorda un po’ Siena nella sua forma e nel suo stile.

La torre più alta è la Torre Grossa vicino alla Cattedrale di S. Maria Assunta, a piazza Duomo.

E’ piacevole perdersi nei vicoli e oltretutto non è neanche strapiena di turisti, forse di questi periodi la gente preferisce andare a sciare?

Come sempre a me e Peppe piace girare nei vicoli e ogni volta riusciamo a trovare quel particolare che rende sempre più belle le nostre visite.

Vedete anche voi un volto su questa casa? Con le finestre che sembrano occhi e la porta una bocca?

Questo vicolo si trova sulla sinistra poco prima di Piazza della Cisterna.

Avete visto quante torri ci sono a S.Gimignano?

sdr

Nel pomeriggio decidiamo di farci un giro a Monteriggioni (ne parlero’ nel prossimo articolo) e una volta che si è fatta sera ritorniamo nel centro, alla ricerca di un ristorante per cenare, e siamo rimasti molto sorpresi perchè non c’era praticamante quasi nessuno in giro.

Devo dire che è favolosa anche di sera.

Tra i vari ristoranti che ci sono, seguendo il mio istinto, decidiamo di andare al Ristorante-Pizzeria Il Feudo, ottima scelta.

Naturalmente non potevamo non mangiare i piatti tipici di queste zone, cinghiale e zafferano, accompagnati da un ottimo vino Chianti.

Ormai si è fatta ora di andare a dormire, domani ci aspettano altri due borghi da visitare.

-Grazy-

Annunci